Kiter triestino muore a Sharm el Sheik sbalzato contro un molo

Incidenti

Kiter triestino muore a Sharm el Sheik sbalzato contro un molo

Il 65enne Renato Doro è stato sbalzato contro un molo da un colpo di vento mentre eseguiva un salto e nello schianto ha perso la vita. Era in vacanza con la moglie in Egitto per praticare il suo sport preferito.

È morto domenica 25 febbraio nella località turistica egiziana di Sharm el Sheik, sul Mar Rosso in Egitto, il 65enne Renato Doro, residente a Trieste da oltre quarant’anni. Doro è stato vittima di uno sfortunato incidente di kitesurf, disciplina di cui era un esperto appassionato.

Era nato a Noale ma da moltissimo tempo risiedeva nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia. Amante di lunga data del kitesurf, era in vacanza con la moglie in Egitto, dove era solito andare da anni per praticare la sua disciplina preferita. Secondo alcuni testimoni, lo sportivo è stato colpito da delle forti raffiche di vento mentre era in acqua, durante l’esecuzione di un salto. Il vento lo ha spinto contro il molo, provocando un impatto violentissimo in cui il kiter purtoppo ha perso la vita.

Un rider esperto, tradito da una raffica di vento

Racconta la figlia Barbara: «Mio padre era più che in forma. Era molto esperto e non sarebbe andato in acqua se non avesse avuto la certezza di poter gestire la situazione in tutta sicurezza». Il rientro della salma in Italia è previsto per i prossimi giorni. Doro era molto conosciuto nell’ambiente delle tavole a vela acrobatiche. Si allenava spesso a Marina Julia e nel Golfo a Trieste.

LEAVE A COMMENT